SEO on page: i fattori principali da considerare
Web

SEO on page: i fattori principali da considerare

Come migliorare la tua SEO on page? Tutti i fattori da considerare per migliorare li trovi in questo articolo.

 

Se sei capitato in questo articolo sei sicuramente alla ricerca di alcune informazioni sulla SEO on page e su come migliorarla nel tuo sito web. È probabile che il tema SEO ti sia nuovo o che tu stia muovendo i primi passi proprio in questi giorni. Ho creato questo articolo guida che ti permetterà di capire tutti i passaggi da eseguire per migliorare la tua SEO on page e poi passare al miglioramento della tua SEO esterna. Senza una struttura SEO perfetta all’interno del tuo sito web è inutile iniziare ad eseguire azioni esterne per migliorare il tuo posizionamento online, quindi prima prepara il tuo sito al meglio e poi lancialo in alto nelle SERP dei motori di ricerca.

Che cos’è SEO?

SEO è un insieme di strategie volte al miglioramento di un sito web e che permettono allo stesso di risultare tra i primi risultati di ricerca di una SERP. Chiunque abbia un sito online sa benissimo che è fondamentale posizionarsi tra i primi risultati di ricerca, questo perché equivale ad aver maggiori visitatori e quindi un numero maggiore di potenziali clienti. Tutto questo però non avviene per magia, i vari motori di ricerca utilizzano degli algoritmi che permettono di identificare un sito come di qualità o no. Più il tuo sito online sarà ritenuto affidabile, di qualità e altamente performante più sarà premiato e salirà all’interno dei risultati di ricerca degli utenti. Questo ti fa capire perciò che è inutile iniziare un’operazione come la link building (sempre una tecnica SEO) se non hai sistemato alla perfezione il tuo sito web. Quindi è di vitale importanza realizzare una perfetta SEO on page.

Che cos’è la SEO on page?

La SEO on page sono l’insieme di strategie ed operazioni da utilizzare all’interno di una pagina del tuo sito web per renderla perfettamente performante. In gergo tecnico sentiresti dire per renderla ottimizzata per i motori di ricerca e quindi renderla attraente. Ci sono una serie di azioni da intraprendere che ti permettono di creare pagine strutturate ad hoc che sono facilmente indicizzate e raggiungono facilmente le prime pagine SERP. Vediamo nei prossimi paragrafi come realizzare tutto perfettamente.

I contenuti online

I motori di ricerca valutano non solo la struttura di un sito ma anche il contenuto di una pagina. Qualsiasi sia la tematica del tuo sito web dovrai prestare particolare attenzione al suo contenuto. In primis dovrai assicurarti che sia un contenuto interessante e che risponda alle esigenze dell’utenza online. Il contenuto dovrà essere scritto bene, in italiano e con un linguaggio semplice e comprensibile a tutti. A meno che non si tratti di attrarre una determinata categoria di lettori, ad esempio se vogliamo aprire un sito per accogliere dentisti professionisti con cui scambiarsi idee e opinioni lavorative allora possiamo utilizzare una terminologia più precisa e accurata. Nel caso in cui il nostro sito web si rivolge all’utente medio è preferibile utilizzare un linguaggio semplice. Il tuo testo deve rispondere all’esigenza dell’utente quindi il primo passo da fare è individuare una prima keyword su cui vorrai indicizzare il testo. Partendo da essa andrai poi a trovare altre keyword a lei collegata ed in un secondo momento andremo a fare un’analisi approfondita per capire gli utenti che cercano una determinata parola chiave quali informazioni vogliono conoscere. In questo modo possiamo creare un contenuto che possa rispondere alle loro domande e che sia perciò interessante per gli utenti.

Il contenuto non basta anche la struttura deve essere regolata

Non basta scrivere un buon testo interessante, dovrai anche impostarlo al meglio e su questo ci sono delle linee guida da seguire ben precise. Ad esempio l’utilizzo dei tag, title e sottotitoli deve essere accurato e mai lasciato al caso. Il loro utilizzo dipende anche dal tema che hai scelto di installare sul tuo sito web. Molti temi già di per sé utilizzano il title H1 quindi potrai tranquillamente partire utilizzando gli H2 per creare un primo sottotitolo importante che riassuma l’argomento del testo e successivamente i vari sottotitoli H3 per suddividere i paragrafi evidenziando le parti più importante. Oltre questo dovrai considerare che un testo non deve mai essere inferiore alle 300 parole, diciamo che è sempre meglio stare al di sopra delle 500. Ogni paragrafo non potrà superare le 150 parole ed è consigliabile suddividere i paragrafi principali in tanti piccoli sotto paragrafi per rendere più leggera la lettura.

I file multimediali

Ogni pagina ha uno o più file multimediali che possiamo suddividere in fotografie, immagine e video o filmati autoprodotti. Tutti questi file multimediali devono essere ottimizzati per i motori di ricerca. Dovranno essere leggeri per non appesantire la pagina ma al tempo stesso dovranno anche essere di elevata qualità. A tal proposito ti consigliamo di utilizzare un editor per migliorarne le caratteristiche.

Inserire dei link interni ed esterni al sito web

Una delle strategie SEO più diffuse è quelle di inserire sempre all’interno di un testo due link che riportano ad argomenti correlati al nostro. Il primo link è interno e quindi un vecchio articolo che abbiamo postato con un argomento simile o di approfondimento rispetto all’attuale. L’altro invece è esterno e qui devi far particolare attenzione ad inserire solo ed unicamente link a siti web conosciuti ed affidabili. Scegli sempre siti che hanno la spunta verde da parte del motore di ricerca, che trattano un argomento collegato al nostro ed infine che hanno delle ottime metriche.

Come valutare le nostre pagine?

Per capire se ci sono eventuali pagine problematiche nel tuo sito web puoi eseguire qualche piccolo test ed analisi. Uno strumento fondamentale è Google Analytics che ti permette di individuare le carenze del tuo sito web ed il comportamento degli utenti che visitano il tuo portale. Un altro strumento è la Google Search console che ti permette di individuare eventuali problematiche, link rotti o pagine non trovate così da sistemarle e rimediare all’errore. Un altro fattore è uno speed test che ti permette di capire se il tuo sito web è veloce oppure no. In alcuni casi ci sono programmi che ti permettono di capire anche i punti di debolezza.

Ora che conosci come poter migliorare il tuo sito web sotto ogni punto di vista, non ti resta che cominciare a lavorarci e vedrai che i risultati non tarderanno ad arrivare. Dopo aver sistemato il tuo sito web internamente ed averlo reso perfettamente ottimizzato allora sarai pronto per applicare tutte le tecniche SEO esterne per migliorare ancora di più la tua visibilità.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto