posta elettronica certificataCultura digitale In evidenza 

Posta elettronica certificata: l’evoluzione innovativa (e gratuita) della raccomandata

La posta elettronica certificata (spesso abbreviata col termine PEC), rappresenta una alternativa moderna ed innovativa per quanto riguarda la comunicazione tra persone, imprese, pubbliche amministrazioni e professionisti.

Cosa è la posta elettronica certificata?

La PEC è un sistema di trasmissione sicuro e regolamentato dalla legge, per inviare documenti e messaggi di posta elettronica con valore legale. In pratica rappresenta la versione digitale della raccomandata con ricevuta di ritorno.

L’obiettivo è quello di puntare a rendere più agili ed economici tutti gli scambi di informazioni tra i soggetti interessati, sfruttando le potenzialità del digitale.

Il mittente ed il destinatario possono essere pubbliche amministrazioni, imprese, privati, associazioni, enti, ecc.

Affinché un messaggio di posta elettronica certificata vada a buon fine è necessario che sia mittente sia il destinatario siano in possesso di una casella di PEC.

La casella di posta elettronica certificata può essere acquistata presso uno dei gestori autorizzati iscritti all’elenco tenuto dall’Agenzia per l’Italia Digitale.

Come funziona la posta elettronica certificata?

Il mittente crea il messaggio di posta elettronica, aggiungendo eventuali allegati a corredo del messaggio.
Al momento dell’invio, il sistema di gestione della PEC crea automaticamente un messaggio esterno, denominato busta di trasporto, nel quale vengono inseriti il messaggio originale del mittente e tutti i documenti allegati. Questo avviene affinché sia garantita l’integrità del contenuto e la data e ora di invio.

Il sistema di gestione della PEC invia quindi una ricevuta di accettazione al mittente ed invia la busta di trasporto al gestore PEC del destinatario. Una volta verificata l’attendibilità della comunicazione PEC, il sistema consegna il messaggio nella casella del destinatario ed invia alla casella del mittente la ricevuta di consegna oppure invia – in caso di problemi – una ricevuta di mancata consegna.

Invece, in caso di esito positivo, il destinatario trova nella sua casella di posta elettronica certificata il messaggio inviato dal mittente completo di tutti i documenti allegati.

A questo punto il mittente riceve la notifica che attesta che il suo messaggio è stato ricevuto o preso in carico dal gestore di PEC del destinatario che aprirà e leggerà il contenuto appena ne avrà la possibilità.

Così come accade per la raccomandata con ricevuta di ritorno, il mittente di un messaggio di posta elettronica certificata, ha la possibilità di attestare la data dell’invio della comunicazione e può sapere se il suo messaggio è arrivato o meno a destinazione, tramite la ricevuta di ritorno.

La posta elettronica certificata, essendo un metodo di trasmissione digitale, ha diversi vantaggi: non solo la trasmissione del messaggio di PEC e dei suoi allegati è immediata, sicura e garantita, ma il costo dell’invio di un messaggio di posta elettronica certificata, è gratuito (è però necessario pagare un canone annuale che varia a seconda del gestore utilizzato).

Articoli correlati

Lascia un commento

Contribuisci per primo!

Rispondi

wpDiscuz

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere gli articoli via e-mail.

Con l'iscrizione i tuoi dati personali saranno utilizzati esclusivamente per l'invio della newsletter con le modalità indicate nell'informativa sul trattamento dei dati personali (ex art. 130)
Nome
Cognome (opzionale)
Email