Invio multiplo PEC: dalla nascita dell’email fino all’invio massivo

Invio multiplo PEC: dalla nascita dell’email fino all’invio massivo

L’uomo ha sempre avuto bisogno di comunicare e nel corso dei secoli ha sperimentato i mezzi di comunicazione più creativi e diversificati: dai piccioni viaggiatori ai segnali di fumo, dalle lettere ai telegrammi fino ai più moderni sms e app di messaggistica istantanea. Uno dei mezzi più moderni ed attuali è l’email, il cui utilizzo risulta estremamente pratico ed intuitivo anche per chi non ha grande dimestichezza con la tecnologia e con computer o smartphone.

La stessa email si è evoluta sempre di più nel tempo e si è adattata alle diverse esigenze, sia per motivi personali che lavorativi degli utenti. L’ultimo passaggio epocale è stata la posta elettronica certificata che di fatto conferisce al messaggio pieno valore legale e legislativo al pari di una raccomandata con ricevuta di ritorno. Questo strumento può essere utilizzato anche per comunicare con la pubblica amministrazione e nel corso degli anni ha assunto un ruolo centrale e strategico per aziende, professionisti e manager o privati che vogliono comunicare direttamente con le PA.

Inviare PEC a più destinatari nascosti è diventata una necessità per diversi lavoratori per ovvi motivi di privacy. Non tutti i servizi di posta elettronica certificata consentono però l’invio di PEC CCN, cioè con copia carbone nascosta. Ciò significa che quando si invia l’email non  è possibile oscurare gli indirizzi ai destinatari. Per bypassare questo problema Start Up srl, società di servizi per aziende, imprese e professionisti ha lanciato sul mercato MultiPec, un software capace di effettuare l’invio massivo PEC con Aruba e gli altri principali servizi di PEC nascondendo all’occorrenza gli indirizzi email degli altri destinatari.

Nei seguenti paragrafi analizziamo come inviare una PEC a più destinatari senza che si vedano, ma prima un piccolo excursus sulla storia dell’email.

Storia dell’email dalla nascita ai giorni nostri

La nascita dell’email risale al 1971, quando Ray Tomlinson installò su ARPANET un sistema capace di inviare messaggi online tra le varie università. Col tempo la posta elettronica si è evoluta sempre di più dando la possibilità di inserire allegati, immagini digitali, documenti e addirittura video. Alcuni servizi consentono di inviare file anche con byte molto voluminosi.

L’ultimo step ha previsto l’introduzione della PEC, la Posta Elettronica Certificata che attribuisce valore legale alle email con tanto di data di invio e di ricezione. Questo servizio è diventato obbligatorio per i professionisti dal 2009, per le società dal 2012 e per le ditte individuali dal 2013.

Cos’è MultiPec

Dopo questo piccolo salto nel passato, possiamo concentrarci sulle funzionalità e sulle modalità di utilizzo della utility MultiPec. Questo software è in grado di inviare una PEC multipla a più destinatari con un solo clic. Aziende, manager e liberi professionisti possono quindi inviare una PEC massiva o una PEC  in CCN. Quest’ultima funzionalità non è presente nei tradizionali sistemi di posta elettronica certificata, però è estremamente utile per molte categorie di lavoratori. MultiPec invece offre l’opportunità di inviare una PEC in copia nascosta ai destinatari. Ogni destinatario quindi crederà di essere l’unico a ricevere quella email, in quanto tutti gli altri indirizzi saranno nascosti. 

Le funzionalità di MultiPec

Questa però non è l’unica funzionalità di MultiPec che anzi offre una serie di servizi aggiuntivi estremamente utili e pratici per velocizzare il lavoro ed ottimizzare la produttività di aziende, ditte e professionisti. Innanzitutto l’applicativo assicura la massima configurabilità, in quanto il database dei destinatari può essere organizzato in un foglio di calcolo Excel oppure Openoffice. I vari clienti o fornitori possono quindi essere suddivisi per insiemi logici tramite appositi filtri.

Gli stessi indirizzi PEC/mail selezionati possono essere copiati successivamente negli appunti, in modo da riutilizzarli con la funzione “incolla” nel software di gestione posta oppure in altri applicativi.

La funzione “stampa/unione” è un’altra chicca del sistema, poiché consente di personalizzare in automatico sia l’oggetto che il testo della PEC allegando uno o più file.

Le email ed i messaggi PEC vengono spediti individualmente ai destinatari selezionati, superando così il limite nativo delle PEC che non prevedono l’invio a destinatari in CCN. Tutti gli invii vengono poi registrati ed archiviati in un file di log, quindi sempre disponibili.

L’app consente infine di inviare PEC multipla con Aruba e con gli altri principali servizi di posta elettronica certificata maggiormente utilizzati come Legalmail e Register.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto